19.5.06

Dan Brown e le sue "teorie"

10 Comments:

Blogger ilpari said...

Ne ho fin sopra i capelli.

Non faccio altro che sentir parlare e parlare e parlare...

"Sì, ho letto il Codice Da Vinci, ma non sono assolutamente d'accordo con le teorie di Dan Brown..."

TEORIE???

MA QUALI TEORIE???

IL CODICE DA VINCI E' UN FOTTUTO ROMANZO!!!

E UN FOTTUTO ROMANZO NON PUO' ESPORRE "TEORIE"!!!

Cito testualmente dalla PRIMA PAGINA del Codice Da Vinci:

"Questo libro è un'opera di fantasia. Personaggi e luoghi citati sono invenzioni dell'autore e hanno lo scopo di conferire veridicità alla narrazione. Qualsiasi analogia con fatti, luoghi e persone, vive o scomparse, è assolutamente casuale."

A VOI LA SENTENZA!

Amen.

ilpari

1:04 PM  
Anonymous Anonimo said...

a me è piaciuto, è un bel ROMANZO.

Ma posso sapere come fanno i critici a dire che il CAIMANO è un capolavoro e il codice da Vinci invece fa schifo??? Che per caso sono di parte?
E grazie di pubblicare il mio post, ho provato su "repubblica" ad intervenire qualche volta ma mi hanno cassato....che per caso sono di parte anche loro???
Ciao
Fra

2:14 PM  
Blogger ilpari said...

Buongiorno, Fra.

Sia "Il Caimano" sia "Repubblica" sono apertamente schierati a sinistra.

E' normale ed umano, quindi, che una critica mossa contro un "compagno" sia A PRIORI cassata.

Cane non mangia cane.

Fra le varie prove di regime basato sull'okkupazione rossa, dobbiamo assistere anche a questo.

Moretti ha violato la par condicio, ma nessuno l'ha incriminato.

"La Repubblica" e "Il Corriere" volevano spodestare Berlusconi: ora si ritrovano i comunisti e urlano al complotto.

Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Grazie per il tuo contributo, Fra.

E torna a trovarmi.

ilpari

2:21 PM  
Anonymous Maria Da Bari said...

Non penso che immagini come questa siano carine...sarò sensibile ma mi sembra blasfema! Perchè non la modifichi? Grazie

3:08 PM  
Blogger ilpari said...

Chiedo scusa se ti ho offesa, cara Maria.

Non desideravo essere blasfemo, ma semplicemente sottolineare quanto fumo è stato sollevato sulla questione "Codice Da Vinci".

Dan Brown non è il Messia.

Non è un teologo.

Le sue non sono "teorie" credibili né richiamano una cultura degna di tal nome.

Egli è e resterà sempre un "romanziere" (anche se credo che persino questa parola gli vada larga. Meglio "novellista", forse. Vogliamo accomunare questo affumicato a VERI romanzieri come Manzoni, Scott o Dumas?).

Se ho urtato la tua sensibilità, me ne dispiaccio.

ilpa

3:50 PM  
Blogger LordMaris said...

Innanzitutto, concordo col contenuto della vignetta: Dan Brown non è altro che uno scrittore, peraltro pessimo, di un romanzo, peraltro pessimo, e non espone teorie.
Il libro ed il conseguetne film sono due delle cose più abominevoli che io abbia mai visto. La scrittura del libro è pessima ed il film poteva venire bene, perchè della stoffa per un storia fantasy carina c'erano. Ma purtroppo ci siamo lasciati prendere da misticismi ridicoli che non hanno nietne a che vedere con alcuna religione. Figuriamoci con quella cattolica. Da ateo e anticlericale, vedo tutto questo come una profonda idiozia. E in culo le blasfemie.

Vorrei rispondere al ragazzo che ha citato "il Caimano". A me, sembra inutile insultare un regista, a mio parere il regista più completo, complesso ed intelligente d'Italia, solo perchè è di sinistra. Moretti è per me un punto di riferimento e non perchè sia di sinistra, ma perchè al sua cinematografia mi colpisce nel profondo, speronando ogni mio sentimento. Il Caimano non fa eccezione, perchè Il caimano non è un film su Berlusconi, ma c'entra Berlusconi è per questo che nessuno di quelli che è andato a l cinema riuscirà a capirlo. O meglio, pochi. Trainato dall'anti-berlusconismo ha ben venduto, la pellicola, ma è lungi dall'essere commerciale. E' un film assai difficile, per una corretta lettura si hanno due possibilitàà a)essere Nanni Moretti(un po' come essere John Malkovic, e altrettanto impossibile) b)pensare il film, come ogni altra opera di un Artista vero, attraverso la vita dell'autore. Capiresti le opere di Petrarca senza studiare la sua Vita? Sì, è esagerato come paragone. Ma è solo molto semplice da capire, sia chiaro.

In conclusione, vorrei precisare che la par condicio è una legge che proprio la destra ha bersagliato largamente ed è una legge, per me, profondamente corretta. Ma la Par-condicio non regola il Cinema. Un film non cambia il risultato delle Elezioni. Non può. Smettiamola di credere a queste storie, smettiamola di strumentalizzare le peggiori miserie. La Par Condicio regola i Mass-Media, quindi è la Tv ed i giornali che sono soggetti a questo controllo. Per questo, il Cavaliere ha potuto mette in atto il suo piano di controllo mediatico solo prima del periodo cui entra in azione la suddetta legge.

Con rispetto,
Emilio/LordMaris

9:28 PM  
Anonymous Anonimo said...

I love your website. It has a lot of great pictures and is very informative.
»

11:17 AM  
Anonymous Anonimo said...

Super color scheme, I like it! Keep up the good work. Thanks for sharing this wonderful site with us.
»

9:38 AM  
Anonymous Anonimo said...

I say briefly: Best! Useful information. Good job guys.
»

2:37 PM  
Anonymous Anonimo said...

I find some information here.

11:01 PM  

Posta un commento

<< Home