20.6.06

Difendiamo la natura!

30 Comments:

Blogger ilpari said...

Come farà mai Pecoraro Scanio a proclamarsi paladino della natura quando egli stesso è una creatura contro natura?

Leggete qui: non aggiungo altro.

ilpa

12:46 PM  
Anonymous Max said...

Spero che sia l'unico caso ad essere avvenuto nel mondo.

Ma voi ritenete che i giudici debbano essere responsabilizzati? Mi piacerebbe un vostro giudizio su tal dificile questione.

12:55 PM  
Anonymous Anonimo said...

in Italia un referendum tra gli anni 70 e 80 (non ricordo esattamente) attribuiva
la responsabiltà ai magistrati del loro operato.Naturalmente quando ci sono
interessi di mezzo (magistratura) il volere popolare viene snobbato.Lo stesso
accadrà con il pross referendum vedrete

colonel kurtz

1:45 PM  
Anonymous dicke said...

referendum dell'87 che stabiliva la responsabilità civile dei magistrati.
il referendum rende intoccabile la legge per 5 anni.

non mi metterò a discutere le vostre opinioni sui gay che sono di parecchio lontane dalle mie.
mi chiedo invece di cosa dovrebbe essere responsabile il giudice che in questi casi normalmente agisce non per gioia personale, ma per pareri di assistenti sociali,psicologi e quanto altro.
perchè qui il punto mi par di capire è che è stato affidato un minore a due persone fortemente instabili(una menava l'altra guardava).

2:15 PM  
Blogger ilpari said...

Caro colonnello, quanto hai ragione!

Ricordi il referendum popolare legato alla questione degli embrioni?

Mussi non sta forse ignorando la volontà espressa dal Popolo Sovrano?

Per me, ad esmpio, Clementina Forleo (ve la ricordate?)ha espresso una sentenza vergognosa, in virtù della quale dovrebbe ella stessa essere destituita di tutti i suoi poteri ed essere incarcerata in mezzo a quegli "innocenti" che costei ha assolto.

Con quale imputazione?

AVER FAVORITO IL TERRORISMO INTERNAZIONALE!

Chi sbaglia, deve pagare.

Un magistrato ha una responsabilità molto maggiore rispetto a chiunque altro.

Ergo, responsabilizzazione delle responsabilità!

E passatemi il gioco di parole.

Non è giusto che a causa di sentenze erronee ci vada di mezzo qualcun altro.

Mario Alessi è stato messo arbitrariamente in libertà, senza alcun controllo da parte di autorità competenti.

Chi ci è andato di mezzo è stato un bambino di nome Tommaso Onofri.

Ditemi voi se chi ha provveduto a scarcerare Alessi nonostante i gravi capi d'accusa che pendevano sulla sua testa non debba essere in qualche modo sanzionato!


ilpa

2:24 PM  
Blogger ilpari said...

Corollario: considerata la tendenza ad amnistiare anche i reati più gravi, se persiste questa forma mentis si verificherà un colossale paradosso: le carceri saranno più sicure delle nostre case!

ilpa

2:26 PM  
Blogger ilpari said...

Gay pride, l'esistenza di una rifondazione comunista, tutela oltranzista delle minoranze, sinistra radicale al potere, coppie omosessuali che precedono coppie naturali nell'assegnazione di patrimoni statali, case popolari in "regalo" agli zingari...

Tutte aberrazioni che devono essere assolutamente ridimensionate e ridotte all'innocuità, o chi è anche solo un minimo legato alle proprie radici, tradizioni e cultura sarà ridotto ad essere una "minoranza".

Siete tutti invitati a dire la vostra a Torino, nel mese di luglio, quando I VERI ITALIANI manifesteremo a favore dei valori espressi dalla famiglia.

FAMILY PRIDE!

Vi farò sapere date e luoghi.

ilpa

2:32 PM  
Anonymous Max said...

Ho capito dicke, ma di chi cavolo è la responsabilità? Se un chirurgo sbaglia un intervento paga lui, ma se un giudice combina questi pasticci la colpa è della sorte?

La non giudicabilità dei giudici garantisce l'imparzialità e la libertà di giudizio, ma dall'altra non responsabilizza la persona e tende anche a procedere con sentenze fuori di testa.

3:02 PM  
Anonymous Anonimo said...

ma non era in atto una lotta per la giustizia globale e totale
che regnasse duratura su tutto il pianeta? Mi pare che quando
fa comodo si cominciano a fare delle esclusioni.

colonel kurtz

3:16 PM  
Blogger ilpari said...

Questa è la loro fumosa argomentazione in merito al referendum del 25 e 26 aprile.

Per la serie "quando non riesci a convincerli, confondili!"

Cordialmente.

ilpa

PS: lo so che è un off topic, ma tanto il blog è mio, quindi chi se ne frega? :-)

4:15 PM  
Anonymous dicke said...

Se un'operazione va male e la colpa è dell'infermiera, non paga il medico.
io non dico sempre e comq hanno ragione i giudici.ci mancherebbe
ma in questo caso come in altri non credo proprio di essere in grado di dare giudizi.
alessi era fuori perchè la legge lo consente.
come è stato fuori di galera qualsiasi parlamentare a voi noto fino a sentenza.
allora il problema è la legge non il giudice.
continuando a non distinguere(come vedo ancora una volta fare sulla forleo) si fanno solo pastrocchi.


p.s. referendum:la volontà è un sì o un no.non ha vinto nulla perchè il quorum non c'è questo il dato tecnico.se si voleva un'altro risultato si andava a votare avendo il coraggio del no.

4:46 PM  
Anonymous Max said...

Il quorum non c'è perchè i cambiamenti sono stati già discussi e approvati dalle due camere che rappresentano il popolo. Metti pure il quorum e non si cambierà mai nulla.

5:02 PM  
Blogger ilpari said...

Come al solito, bisogna soppesare i pro e i contro, secondo coscienza. O secondo interesse.

Il verdetto al popolo (a patto, naturalmente, che certi individui adottino il Mussi-style ed ignorino platealmente la vox populi).

Condivido ciò che dice Dicke sulla legge che va cambiata. Certi casi di cronaca dovrebbero obbligare i nostri illustri governanti a riflettere ed a muoversi su priorità legate a queste esigenze, non a "far dimagrire Mediaset", a consentire il cambio di nome ai transessuali (geniale e risolutiva proposta odierna del disonorevole Luxuria) o ad istituire le "stanze del buco".

Meditare, gente. Meditare...

ilpa

PS: Dicke, il commento sulla Forleo era proprio un "distinguo". E bello netto, anche!

5:10 PM  
Blogger Stefanoreves said...

Quando senti parlare di ''naturalezza'' certi individui che, per pudore, non facciamo i nomi, ti viene da dir solo una cosa: ubi maior...

5:19 PM  
Anonymous dicke said...

max quello che hai scritto sul quorum io non l'ho capito davvero

ilpa:non era un distinguo.dunque vediamo noi cosa sappiamo:ci sono due emigrati che sono accusati di terrorismo.
la forleo (e successivamente gli altri )li hanno assolti spiegando poi che il reato di terrorismo non è definito
ragazzi un giudice non può ragionare a stomaco o sul sentito dire, non scherziamo.il fatto che i nostri politici abbiano espresso pareri così delicati e convenienti sulla sentenza dimostra solo quanto siano idioti.punto primo perchè le sentenze non si commentano.punto secondo perchè , a meno che non hai letto gli atti e sei un giudici e,sei davvero poco in grado di dare un giudizio.punto terzo perchè non si capisce perchè i politici debbano esprimersi su tutto.non sono chiamati a fare gli opinionisti.semmai se rilevano un incongruenza sta al loro lavoro fare interpellanze parlamentari,proporre leggi,segnalare urgenze. non andare da vespa.questo fa parte della distorsione progressiva del ruolo politico in questi anni.Allora la forleo avrebbe dovuto pagare per cosa?
sono riuscita a spiegarmi?

ripeto sulla vox populi.non c'è stata.semplicemente perchè è indimostrabile che uno non ha votato perchè lo ha chiesto ruini.io ne conosco tantissimi che si sono semplicemente incazzati perchè non apivano l'argomento.
semmai il dato poltico vero è che i ds non sono riusciti a chiamare alle urne nemmeno i loro.ma questo è argomento che non va a favore del no o del sì.

5:21 PM  
Anonymous dicke said...

Aggiungo sulla legge che va cambiata.io non ho detto questo.ho detto:non possiamo dare la colpa ad un giudice o ad un avvocato se poi la legge è quella.
attenzione che a cambiarla poi si salta il garantismo.
perchè sei innocente fino al terzo grado.

io personalmente credo che per certi reati"violenti" vada tutelata la vittima prima di tutto.
però se il sistema prevede questo, non può valere un pò sì e un pò no.


p.s. a proposito di volontà refendaria.fra tante cose misi il mio sì sull'abolizione dell'immunità parlamentare.
faccio presente che , fato salvo alemanno che ha chiesto espressamente che si votasse a favore del luogo a procedere,solo nel 2005 le autorizzazioni non date sono state 8.cioè 8 parlamentari che le camere di appartenenza hanno protetto con il fumus persecutionis che ovviamente non c'è.

5:28 PM  
Anonymous Anonimo said...

Difendendo l'indifendibile la Dicke vuol farci credere che
l'omosessualità in fondo tecnicamente è solo un mancato rispetto della
distanza di sicurezza tra due uomini ..MADDAAAIIII.

della volontà popolare
un' elezione del popolo ha prodotto una legislatura la quale ha
prodotto una riforma la quale verrà confermata (spero) da un referendum
che a termini di legge è previsto senza necessità di quorum.
Mi sembra che i requisiti minimi per poterla definire una "volontà
popolare" siano soddisfatti


della Forleo
la sua vera invenzione fu quella non già di scarcerare i 2 terroristi
perchè non vi erano prove della loro attività di reclutamento per
azioni violente da svolgersi in Iraq, ma quella di far passare per
"resistenza" e non per terrorismo questa attività .


dell'articolo di ilpa (link)
il giudice era stato informato dai suoi assistenti circa la situazione
grave esistente in questa coppia di lesbiche.Quindi è un errore tutto suo.


del " le sentenze non si discutono"
accettare questo vuol dire assolvere da qualsiasi responsabilità i
magistrati a prescindere da qualsiasi cosa essi facciano.Se questo va bene a te , a non va bene me .


delle leggi e i magistrati
la gran parte degli orribili errori commessi dai magistrati non
rientrano in azioni dettate dal rispetto delle leggi, sennò riterrei
colpevole il legislatore ,ma da quella quasi totale discrezionalità che
essi hanno.L'assassino di Tommaso non era libero per legge ma a
discrezione del magistrato di sorveglianza ,decisione presa in piena
autonomia, stessa cosa per quel rapinatore che ha ucciso un carabiniere
tempo fa e stessa cosa per troppi altri casi per difendere quella
categoria.Un meridionale si è fatto 15 anni di galera da innocente e i
suoi 2 alibi condannati (mi sembra per falsa testimonianza o forse
qualcosa di peggio).C'era qualche legge che obbligava il giudice a
decidere così? NO.Tanto il risarcimento lo pagherà il contribuente.
E quando il giudice non applicava la Bossi-Fini anche prima che i geni
della Corte Costituzionale la definissero incostituzionale in alcune
parti? Ricordati ,il magistrato FA QUELLO CHE VUOLE.Tanto si avanza per anzianità.

delle scorse relazioni tra Castelli e la magistratura

prima ancora di esporre la sua riforma Castelli organizzò un incontro
con i magistrati.Nessuno si presento.Se fosse vero che sono
imparziali questo non sarebbe successo, e lo trovo gravissimo.

dei collaboratori,assistenti e psicologi
qualora sbaglino è giusto che paghino anche loro ma non dimentichiamo
che queste scienze sono tuttaltro che esatte e esulano dalla
preveggenza e che cmq la decisione e responsabilità è del magistrato.


dei processi strani
soventi capitano degli episodi grotteschi.
In primo grado l'imputato è colpevole al 100% e condannato ad una pena
severissima.In secondo grado con pochi o nulli elementi nuovi
l'imputato è completamente innocente.Il buon senso ci dice che uno dei 2
giudici è un incompetente e dovrebbe essere radiato dall'ordine.Si
perchè si può discutere tra 10 e 12 anni di galera ma non con sentenze
di questo tipo.Lo sai cosa ti rispondono loro ? (li ho sentiti con le
mie orecchie).Che questo è un buon segno di democrazia e di autonomia
della magistratura!!!!.Come vedi sta loro più a cuore conservare questo
stato di eletti che non la giustizia del paese e dei cittadini.

se non si ammette quanto sopra non sono disposto ad ulteriori
confronti.
niente di personale naturalmente :).

dove hai visto che se il dottore sbaglia un' operazione paga l'infermiera?


colonel kurtz

7:36 PM  
Anonymous Anonimo said...

DELLA SERIE "NOI DELLE REGOLE CE NE FOTTIAMO"
Propedeutico fu il colpo di stato (in politically correct "ribaltone"). Due partiti a voti ZERO (udeur e pdci) in una coalizione malferma ci governò nel '98 non si capisce sulla base di quali regole democratiche.Mantenendo quelle pessime abitudini ora il nostro caro Presidente della repubblica decide in barba alle regole ,che anche in caso di vittoria dei si al referendum ,la riforma ritornerà in parlamento in cerca di ampi quanti impossibili consensi.Qualcuno che ha tempo può vedere se il presidente della repubblica ha questa autorità?
Non mi meraviglierebbe che non ce l'avesse. Almeno non si spaccino per i difensori della democrazia e della costituzione...

colonel kurtz

7:38 PM  
Blogger ilpari said...

Per queste persone votate esclusivamente al potere, vale una sola regola: il popolo esprima pure la propria opinione, basta che poi si faccia come vogliamo noi.

Corollario: quel che è tuo è mio e quel che è mio è mio.

Napolitano non è il mio Presidente, poiché non posso accettare un anti-italiano come titolare della massima carica dello Stato: non sono tenuto ad ascoltarlo.

Via i comunisti dalle stanze del potere!

Non siamo in Cina!

ilpa

PS: Oliver Dilbert si è lanciato in dichiarazioni a dir poco coraggiose: "Ricordatevi che il Paese con il più alto tasso di crescita economica è attualmente la Cina comunista".

Caro "signor" Diliberto, come ha sottolineato il suo illustre collega Padoa Schioppa (che rispetto, nonostante la sua compresenza in questa "armata Brancaleone"), potremmo ottenere anche noi tali risultati di crescita economica.

Basterebbe rinunciare a:

1) i diritti fondamentali dei lavoratori
2) un orario di lavoro umano
3) i weekend
4) i sindacati
5) indennità per malattie e trasferimenti
6) straordinari
7) mille altre tutele e mille altri benefici di cui noi, "poveri disgraziati inferiori alla Cina", godiamo mentre loro, "stupefacenti fenomeni dell'economia mondiale", no.

...

Che ne dice, "disonorevole" Diliberto, di mettersi a PENSARE prima di sparare la prima cazzata che le viene in mente?

O LE CHIEDO TROPPO?

10:14 AM  
Anonymous Max said...

Il quorum lo ha spiegato il colonnello. Le modifiche sono state discusse e approvate nelle due camere ed adesso viene chiesto al popolo se devono essere definitivamente approvate. Quale è la necessità del quorum? I rappresentanti delle camere sono stati eletti sempre dal popolo.

Inoltre non accetto molte critiche della sinistra la quale esprime il suo disappunto sul fatto che loro non hanno partecipato alle modifiche. Loro in 5 anni di opposizione hanno solo fatto ostruzione distruttiva, senza mai proporre alcunchè; la celeberrima politica del no incondizionato.

Inoltre voglio ricordare che i magistrati e i giudici sono dei dipendenti statali, i quali devono solo applicare le leggi. A me sembra invece che esercitino vera e propria politica, come una terza forza superpartes ed intoccabile, ma purtroppo parziale. Onde evitare queste ingerenze si devono scrivere leggi ben definite e più bloccanti, lasciando poco adito alla discrezionalità: leggi del tipo lista della spesa.
Furto auto: 6 mesi;
Reiterazione furto auto: 6 mesi + altri 6 per ogni auto rubata.
e così via senza sconti di pena e patteggiamenti vari.
I processi durerebbero 20 secondi.

10:39 AM  
Anonymous dicke said...

credo che ci sia poco da aggiungere.discussione chiusa per me.
colonello "la dicke" non ti fa credere proprio nulla.invita a leggere invece di credere alla propaganda dei partiti.
e a quanto pare voi siente convinti che siamo in cina e che solo berlusconi ci salverà.
io ti potrei rispondere che i fascisti non li voglio.ah.scusa,adesso si chiamano moderati.
tu sai tutto:sulle intenzioni del giudice forleo(e di quelli che l'hanno seguita, perchè la sentenza è confermata), sul giudice segnalato dal ilpari(articolo di un blog) sui giudici che giudicano qualsiasi cosa.la colpa è dei giudici.
se tu hai già certezze ne sono lieta.
io non ne ho perchè per ora quello che vedono i miei occhi da 20 anni è che i politici sono una classe di intoccabili.
e i giudici(vedi quelli corrotti da previti) invece sono anche condannati.solo che i giudici pagano e previti è ancora in parlamento.che ti dice questo?
sull'omosessualità non ti rispondo nemmeno.
saluti.

10:39 AM  
Anonymous Dicke said...

scusa max, la magistratura non è una dipendente dello stato e basta, esattamente come il parlamento. noi abbiamo una Repubblica che si fonda su tre poteri.uno di questi è giudiziario.se reputi che sia così semplice fare il giudice perchè non lo fai?che vuoi che serva se non una laurea e dei concorsi?per fare il parlamentare non serve un picchio.eppure le leggi le fanno in parlamento.

rispetto il quorum io non capisco di cosa state parlando io ho solo detto e lo ripeto, che sulla fecondazione assistita volontà popolare risulta non espressa.potete girarla come volete,ma i dati politici non servono a nulla.la legge è e resta modificabile.

10:46 AM  
Anonymous Max said...

Aspè io dicevo della mancanza di quorum per le modifiche alla costituzione.

Per quello che tu dici non puoi applicare il metodo Fassino: se è lui che dice di non andare a votare il referendum ha espresso una chiara volontà del popolo, ma nel caso della fecondazione questo non vale. Ma la coerenza?

11:10 AM  
Anonymous Dicke said...

forse non ci capiamo max.io non voto ds e non voto ds da quando d'alema è prescritto e il partito lo ha lasciato al suo posto.
politicamente poi se uno della mia coalizione dice "A" e io la trovo una cagata,non vado dietro a pappagallo.
se è una cagata lo è e basta.
istigare a non andare a votare io lo trovo politicamente immorale.che lo faccia ruini, il papa, il presidente della repubblica non mi cambia.
io sui referendum farei questo:abolizione del quorum ed informazione fatta solo da esperti in materia.
i parlamentari che hanno già espresso il loro voto debbono tacere perchè al referendum sono chiamata IO a votare.
e debbo prima di tutto capire per cosa voto.non cosa fa il mio partito.
così responsabilizzi i cittadini e li abitui che il paese è loro non dei politicanti.
Io ho sempre votato quando mi è stato possibile.e mai a caso.
tu ascolti troppo i partiti secondo me,quella non è politica.
adesso l'abitudine è che uno si sveglia al mattino dice la prima minchiata che gli viene in mente e tutti gli altri a commentare.
questa non è informazione.se tu devi votare sulla costituzione ti debbono dare i pareri dei costituzionalisti per esempio non di calderoli.
altrimenti tu(per dire tutti) scegli in base alla simpatia o a quanto credi al politico in questione.
io ti vorrei rammentare na cosa:quando fecero la legge elettorale(votata solo dalla cdl) la propagandarono come il ritorno alla democrazia(ci sono ancora le pagine sul sito di FI).
per poi saltar fuori che era una porcata.allora chi aveva ragione la sinistra o la destra a dire che faceva schifo?
Questo a me fa pensare che agli irriducibili di lega e fi puoi dire qualsiasi cosa, perchè tanto corrono dietro.
e che loro lo sanno.

11:32 AM  
Blogger ilpari said...

E' proprio questo il problema: il "popolo bue".

Ho appena sentito una mia collega fare un elogio appassionato dell'amministrazione cittadina trevisana, delle virtù della città, del rispetto delle regole e delle persone che ivi vige.

L'ho sentita dire: "Magari fossimo così anche noi!"

...ma appena le ho segnalato che la giunta trevisana è DA ANNI affiliata al centrodestra...!

Uah uah uah!

ilpa

PS: corollario serio (una volta tanto)! :-)

Grazie, colonnello, dicke e max.

I vostri contributi sono preziosi, indipendentemente dal pensiero politico.

Mi piace molto questo modo di discutere e mai più avrei pensato che in un blog nato per deridere si parlasse con tanta serietà e con tanta cognizione di causa.

Bravi, bravi e ancora bravi.

Stima!

11:42 AM  
Anonymous Max said...

Veramente io ho sempre seguito la mia testa, ed anche se questa riforma non è la migliore che si possa fare è già qualcosa. Poi si può sempre migliorare, ma se si votasse No non cambierebbe nulla per i prossimi 20 anni.

11:51 AM  
Anonymous Anonimo said...

politici e giudici: chi sbaglia paghi.
Chi sottoscrive con me?

dai Dicke fatti sotto:-)

colonel kurtz


ps :grazie ilpa

11:58 AM  
Blogger ilpari said...

Ripeto e ribadisco, colonnello.

Maggiori le responsabilità, maggiori le penalità se si sbaglia!

Le sentenze dei magistrati hanno ripercussioni sia sulla società sia sulle persone in causa.

Se l'una e/o le altre subiscono dei danni, chi dovrebbe pagare?

Pantalone, come sempre?

Concordo con te, colonnello.

Punto.

ilpa

12:07 PM  
Anonymous dicke said...

perdonatemi ma si dice un'ovvietà.
dal punto di vista penale tutti pagano.è personale.
cioè almano dovrebbero, poi si verifica che le camere votano contro l'arresto o non chiedono le dimissioni del parlaentare e tutto resta come prima.molto più frequente è l'allontanamento di un giudice"compromesso".

dal punto di vista "responsabilità sul lavoro" che mi pare quello cui si riferisce il colonnello:
io non contesto affatto che si chieda che un giudice paghi se sbaglia.il problema però non può essere posto nei termini:a me quella sentenza sembra una cagata, giudice da eliminare.
questi sono discorsi da bar che io sono stufa di sentire.non abbiamo la legge del taglione.abbiamo scelto la democrazia e la civiltà.
non sempre sono eque e quindi capita che non seguano il "senso comune",ma se ci allontaniamo da questa strada non possiamo poi scandalizzarci per le lapidazioni.

ilpa ha ragione popolo bue.ma ci vogliono così.dobbiamo impararae a finirla con il tifo da stadio e a riflettere con la nostra testa.scrdatevi che la sinistra vuole il potere e la destra invece il nostro bene.
idem per il viceversa.Abbiamo e continuiamo a consentire a classi politiche di gestire la nostra vita.

max le riforme si fanno bene o non si fanno .hanno avuto 5 anni.perchè diamine non l'hanno fatta con cura?5 anni.
e su tutte le leggi che sono state fatte io ho sentito:è qualcosa.
uno non può impiegare una legislatura a correggere gli errori di quella prima.
l'unica cosa da fare subito era correggere il titolo V.non si è fatto.
lo si è fatto in finale di legislatura, pastrocchiando ancora di più.(se hai letto ti sarai reso conto).
peraltro ci sono modiche che non verranno prima del 2016 e altre per cui mancano i soldi.su siamo seri.
cominciamo a pretendere che usino la testa visto che li paghiamo.

12:36 PM  
Anonymous Anonimo said...

non sapevo che il folclore fosse un aspetto della serietà, come non sapevo che che la serietà fosse anche folcloristica.
a questo mondo si impara sempre qualcosa....

12:58 PM  

Posta un commento

<< Home